Cucinaccio - Nonna Farina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cucinaccio

 

Edizioni Festina Lente     Photogallery Presentazione Cucinaccio Libreria Ubik
                                  Photogallery Presentazione Cucinaccio
M.A.F


Nel vasto panorama editoriale italiano sta spopolando da alcuni anni il “fenomeno” dei libri di cucina; pubblicazioni di ogni sorta che hanno come tema di riferimento l'arte culinaria.

Sugli scaffali delle librerie, infatti, abbondano libri di ricette firmati da nomi del giornalismo, dello sport o dello spettacolo, quando non si tratta addirittura di “cibografie”  (un neologismo che è un po' una crasi tra la biografia e il cibo) scritte in genere da “vip” che non perdono occasione per cercare di ottenere visibilità raccontando le loro esperienze in cucina, con buona pace di amici e colleghi spesso invitati - a suon di assaggi - a sperimentarne i risultati.

Mai però ci era capitato tra le mani un prodotto che, pur inserendosi nel filone del genere culinario, esce non poco dai soliti schemi a cui oramai ci ha abituati questo genere di pubblicazioni.

È il caso de “Il cucinaccio”, un interessante libro scaturito da un'idea del disegnatore e vignettista Roberto Salvetti che, riprendendo alcuni suoi spunti da qualche tempo conservati in un cassetto, aveva inizialmente l'intenzione di realizzare un libro umoristico di sole vignette sul mondo dei fornelli.

L'idea ha suscitato l’entusiasmo dell’editore e, nei primi incontri per mettere a punto il progetto (alcuni dei quali effettuati proprio a tavola), l’idea ha preso via via forma trasformandosi in qualcosa di più ambizioso e mai tentato prima: realizzare il primo ricettario umoristico illustrato.

Il fortunato incontro poi con Nonna Farina, un’associazione culturale enogastronomica geneticamente in piena sintonia con lo spirito allegramente spensierato del libro, ha consentito così dare completezza al progetto abbinando alle tavole umoristiche di Salvetti alcune delle loro ricette più rappresentative. Non le solite comuni ricette di cucina, bensì qualcosa di più originale e ricercato, piatti comunque semplici da eseguire con gli ingredienti di tutti i giorni, che l'associazione sta facendo conoscere con successo nelle fiere e ai vari eventi cui partecipa.

Completano questa singolare operazione editoriale anche alcuni divertenti racconti d’autore che, inframezzati alle ricette, si propongono come conviviale antipasto di buon umore. Troviamo così novelle classiche, come quella sull'uovo di Dante o sulla gru arrosto di Chichibio, e racconti di ottimi autori contemporanei, anch'essi corredati dalle divertenti illustrazioni di Salvetti, che qui ama sfoggiare in più occasioni un tratto vagamente jacovittiano (l'autore ha infatti più volte dichiarato di aver appreso i primi rudimenti del fumetto umoristico ispirandosi proprio alle tavole dell'indimenticato Benito Jacovitti). Anche lo stesso vignettista non si è sottratto dal raccontare un suo personalissimo aneddoto sulle sue prime esperienze pre-adolescenziali ai fornelli.

Che dire di più, con Il cucinaccio si sorride, e molto, perché buon umore e buona tavola banchettano insieme, quasi ci par di immaginare la casalinga di turno intenta a gustarsi le vignette tra una ricetta e l'altra.

Un’opera certamente originale a cui auguriamo ogni successo e che apre la strada a un nuovo genere di libri dedicati all’arte culinaria.



Vieni a trovarci su Facebook

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu